Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

Chiamaci +39 368 7538216

Blog

MAAAP / Notizie  / I Reperti ceramici nel Museo Archeologico Ambientale delle Acque del Padovano.

I Reperti ceramici nel Museo Archeologico Ambientale delle Acque del Padovano.

L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è.
(Paul Klee)

Nella Ex Chiesa di Sant’Eufemia sono raccolti e custoditi tesori di epoche passate lontane da qui.

Il MAAAP “NONSOLOMUSEO” è da sempre teatro di espressioni culturali: conferenze monotematiche, concerti, spettacoli teatrali, danza e non soltanto la rappresentazione della Storia del nostro Territorio attraverso i reperti. Afferisce inoltre al Global Water Museum of Venice patrocinato dall’UNESCO.

L’Associazione La Crose ODV dal momento in cui ha fondato il MAAAP lo ha reso fuori dai canoni, fuori dagli schemi convenzionali dei consueti musei, la storia di un Territorio non può essere rappresentata soltanto nel centro storico di una città, non solo all’interno delle mura del “Castello” come mi piace definire la Padova Medioevale, ma anche nelle zone periferiche.

Oggi i nostri Esperti dell’Associazione La Crose Valentina Donà, Simone Fasolo e il ricercatore archeologico Presidente Lamberto Galeazzo, racconteranno la storia di alcuni esemplari racchiusi nelle teche.

Fin dall’Homo Faber le mani sono state utilizzate per costruire, per fare oggetti utili alla vita quotidiana.

La parola “ceramica” deriva dal greco “kéramos” che significa “terra da vasaio”.

Nella creazione e lavorazione della ceramica odierna sono racchiuse le più antiche tecniche artigianali conosciute, alcune in uso sin dalla preistoria. 

 Il reperto ceramico rappresenta in buona sostanza la tessera di un mosaico che occorre ricomporre e, che è rappresentato da un più vasto complesso generale che può essere l’intera produzione di un sito, di un periodo o di una comunità.

In un semplice coccio o in un pezzo intero c’è la storia, la creatività, il senso che quell’artista che l’ha plasmato voleva dare, voleva immortalare per colui o colei che glielo aveva commissionato ed ognuno è diverso dall’altro anche quando la tecnica è la medesima.

Presentazione della Conferenza:” L’Evoluzione della Ceramica dal Medioevo al Rinascimento”.

Patrizia Mecchia referente della Didattica dell’Associazione La  Crose.