Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

Chiamaci +39 368 7538216

Blog

MAAAP / Curiosità  / IL MAAAP “ NON SOLO MUSEO “ DEDICATO A JVAN PARVANI

IL MAAAP “ NON SOLO MUSEO “ DEDICATO A JVAN PARVANI

 

L’Associazione La Crose O.D.V. presenta in data 12 ottobre 2019 un evento culturale nel MAAAP nello stile sacrale, degno del Sito che ospita  gli oggetti narranti la storia di questo Territorio.

JVAN PARVANI Custode della Tradizione Egiziana.

Le Danze dell’Antico Egitto.

Possa la danza sempre guidare i tuoi passi
e tenerti in contatto con la tua anima…
Possa insegnarti a volteggiare con leggerezza in ogni difficoltà della vita.
Possa la sua Luce avvolgerti nelle sue sacre spire

per condurti alla tua Realizzazione.

Il suo grande bagaglio culturale e la sua costante ricerca storica, la designa come una “Custode della tradizione egiziana”. Pratica e insegna le danze folcloristiche egiziane come la danza delle Ghawazi, l’Hagalla, lo Shaabi, il Saidi e lo Zar, il Beledi, la danza con la Melaya e la danza delle Grandi Dive in uno stile poco contaminato il  Khaliji.

 Amante della storia e dei Misteri non ha mai smesso di studiare le Origini di un’arte che ha incantato la sua anima. Dopo 18 anni di ricerche finalmente i suoi libri giungono a fioritura.

2013 – Pubblica il libro “Yoga Faraonico” in cui ha sintetizzato la Via Iniziatica e i principali “Giusti Gesti (Asana) ispirati ai Geroglifici. Un libro che raccoglie le antiche conoscenze, le religioni, la Geometria Sacra, i percorsi energetici e le metamorfosi spirituali, le Iniziazioni e i Misteri di un popolo che continua ad incantare.  Parallelamente studia e insegna dall’età di 20 anni l’Astrologia ed è specializzata nell’Astrologia Karmica. che risponde alle tre domande della Sfinge: Da dove vieniChi sei? Dove stai andando?

2015: pubblica “La Luna e la Dea Bianca” in cui è contenuta una nuova visione e associazione delle Dee greche con la propria Luna di nascita…

2018 – Pubblica “La Dea e le danze Sacre dell’Antico Egitto”, in cui esplora tutte le immagini ritrovate sulla danza, traducendo i geroglifici che le accompagnano, in un lavoro di Archeologia Sperimentale applicata alla danza e allo spettacolo. Pertanto sia le coreografie che i rituali si rifanno a quelli immortalati nei dipinti e nei bassorilievi delle tombe e dei templi d’Egitto.

Il risveglio della Dea attraverso le danze sacre dell’Antico Egitto sta ora colmando il suo cuore, poiché ha compreso che all’interno di ogni donna è racchiusa la sua ancestrale saggezza, la sua divinità, la sua Dea. I gesti e le movenze di queste danze, celando un simbolismo vivente, sono una delle chiavi per attivarne il Ricordo.

L’Intento del suo insegnamento 

Ri-trovare la gioia di lasciar fluire il proprio corpo, danzando con altre donne…
Assaporare il piacere di specchiarsi nel loro sorriso, come nei loro travagli, evocando l’antico cerchio della Sorellanza.

Capire il significato e il valore dei movimenti e dei gesti; ascoltare la musica in silenzio per assaporarne l’essenza e comprenderne l’intima struttura; penetrare nell’Archetipo femminile che la rappresenta, significa ritrovare “la danza” come espressione della propria energia… significa ritrovare la Dea, dai mille volti, che pulsa nel nostro cuore. La tecnica non viene imposta dall’esterno, ma è una fioritura interiore, costruita dall’interno. Attraverso un lavoro di percezione corporea e potenziamento muscolare, unito alla spiegazione dettagliata dei movimenti, sia a livello anatomico che energetico, la costruzione dei movimenti diventa divertente e interessante. Il radicamento alla Terra e la respirazione divengono lo strumento di unione con il corpo.

Se ogni donna lavora con la sua parte femminile, l’intera collettività può fare un balzo di consapevolezza e ritrovare la Saggezza, l’Amore e la Forza dell’essere Donne.

Dedicato a tutte le Donne.

Auguro ad ogni Danzatrice di potersi specchiare nel ricordo di un modo diverso di percepire la natura e se stesse ritrovando il valore della sorellanza universale che si suggella danzando insieme con le altre donne.

Possano le antiche danze pulsare nuovamente nel cuore di tutte noi.

Dedicato a tutti gli Uomini.

Auguro ad ogni uomo di poter andare oltre la lettura razionale e di potersi specchiare nella sua parte femminile, riscoprendo la gioia di essere ciò che è.

Gli auguro di ri-trovare il valore della danza, dando spazio a quella richiesta interiore di pace ed armonia che si sta creando in ogni cuore.

Possano le mie parole risvegliare l’eco di ciò che da sempre ci appartiene.

Possano l’uomo e la donna ritrovare la propria dignità nell’accettazione della propria diversità, anche nell’espressione artistica della danza.

        Jvan Parvani.

 

Per L’Associazione Culturale La Crose O.D.V.  Patrizia Mecchia .